Print Version Add to Bookmarks Set As HomePage

eXTReMe Tracker

Hirohiko Araki

Cenni biografici sul Genio dei Manga

(Clicca qui per l'elenco cronologico delle opere di Araki)

Hirohiko Araki nasce a Sendai (Miyagi) il 7 giugno 1960 ed arriva presto alla notorietà per la sua precocità ed il suo tratto inizialmente molto simile a quello del maestro Osamu Tezuka.

A soli 21 anni vede pubblicato il suo primo manga, la storia breve Buso Poker (1980), seguito a distanza di un anno dal fantascientifico Virginia ni Yohroshiku (Salutami Virginia), dall'altro western Outlaw Man e dalla miniserie Mashonen B.T. (Magical B.T.). Nel frattempo il suo tratto inizia a modificarsi, ed inizia ad intravedersi l'influenza di Tetsuo Hara, autore del pluriosannato Hokuto no Ken.
Nel 1984 è il turno di Baoh Raihosha (Baoh l'ospite), miniserie che parla di esperimenti genetici, in cui per la prima volta Araki introduce le atmosfere buie e psicotiche che caratterizzeranno la sua produzione successiva. In Baoh appaiono inoltre per la prima volta delle citazioni cinematografiche. L'anno successivo realizza Gorgeous Irene, la storia di una ragazzina in grado di trasformarsi, in pieno stile majokko (le tipiche storie giapponesi di maghette), in una  killer professionista dalle tecniche assai bizzarre.
Nel 1987 parte il suo capolavoro, JoJo no Kimiyona Boken (Le Bizzarre Avventure di JoJo), tuttora in corso di serializzazione. Durante la realizzazione di JoJo, nonostante preferisca sfruttare tutte le sue idee nella sua serie principale, Araki realizza alcune storie brevi, molte delle quali verranno poi raccolte nell'antologia Under Execution, Under Jailbreak.

Delle sue storie, rimangono ancora inedite in Italia Henjin Henkutsu Retsuden: Nikola Tesla (1989), biografia a fumetti dell'ingegnere che ideò il Generatore Tesla (ennesima dimostrazione che il genio di Araki non ha confini!!!), di cui Araki ha curato la sceneggiatura ma non i disegni, uno special su Oingo e Boingo (che raccoglie le strambe vignette già apparse durante la terza serie di JoJo), le illustrazioni per i romanzi di Anthony Horowitz, tra cui Stormbreaker, Point Blanc, Skeleton Key ed Eagle Strike, realizzati nell'intervallo di tempo tra la quinta e la sesta serie di JoJo, e gli altri (cinque, per ora) episodi della serie Henjin Henkutsu Retsuden, traducibile più o meno come "Serie di biografie di uomini strani ed avvenimenti strani", che si sono aggiunti nel corso degli anni a Nikola Tesla e sono stati da poco raccolti in volume in patria.

Pare che oltre ai due romanzi delle Bizzarre Avventure di JoJo, che raccontano sequenze inedite della terza e della quinta serie del manga, Araki abbia realizzato altri episodi fuori serie del manga, ma le notizie disponibili su internet in questo senso sono scarsissime. Dal 19 gennaio 2004, su Weekly Jump (ed ora su Ultra Jump) viene serializzata la settima serie del suo manga di maggiore successo, con il sottotitolo Steel Ball Run.

Ama molto l'Italia, che cita continuamente nelle sue opere (basti soltanto pensare alla quinta serie di JoJo, ambientata nel nostro Bel Paese), soprattutto per la cucina, la moda ed i monumenti. E' inoltre appassionato di musica, cinema, Formula 1, videogiochi e illusionismo. Per documentarsi per le sue opere, inoltre, è evidente che il Maestro passa molto tempo leggendo e navigando su internet. I suoi manga preferiti di quando era ragazzo svariano da Ashita no Joe (Rocky Joe) a Ninja Kamui.

Foto e sequenza di immagini di Araki al lavoro

Get Firefox!
Attendere il completo caricamento della pagina! Se questo messaggio rimane visibile dopo il completo caricamento della pagina significa che Javascript non è attivo su questo browser o non è supportato. Alcune Features del sito potrebbero perciò non essere disponibili.